Animali esotici: alcuni consigli

Il portale veterinario in città ha elaborato alcuni suggerimenti per prendersi cura degli animali esotici e garantire il loro benessere nelle case, come avere gabbie spaziose, terrari adatti e mangimi specifici.

Pertanto, i piccoli mammiferi, come furetti o conigli nani, animali domestici perfetti per coloro che non hanno un grande spazio in casa, possono vivere in gabbie spaziose con accessori, giocattoli e materiali da rosicchiare nel caso di conigli , nonché con terra soffice in modo che possano scavare, nel caso dei furetti. Le gabbie devono essere posizionate in aree senza correnti d’aria, con una temperatura ambiente calda e dovranno essere pulite ogni settimana. Durante l’estate, si consiglia di mantenere idratati questi animali domestici mettendo una bottiglia di acqua congelata vicino alla gabbia.

Inoltre, è consigliabile rimuoverli dalla gabbia, almeno una volta al giorno in modo che possano correre e “allungare le gambe” e non perderli di vista per impedire loro di fuggire o nascondersi dietro i mobili. Per quanto riguarda il cibo, i conigli e i roditori sono erbivori; le loro diete devono essere ricche di fibre e fornitegli quotidianamente foraggi freschi e verdure, oltre a mangimi e acqua pulita e fresca.

Portali dal veterinario almeno una volta all’anno per verificare che la sue salute sia in buone condizioni, e per somministrargli i vaccini necessari in base alla specie. In particolare, è importante che i conigli siano vaccinati contro la mixomatosi, una malattia trasmessa dalle zanzare e contro l’emorragia virale, poiché entrambi sono malattie ad alto rischio per questi animali. Infine, si consiglia di identificare questi animali domestici con microchip, sebbene non sia obbligatorio.

Per gli animali “a sangue freddo”, come iguane e gechi, la cura che consigliano è quella di ricreare meticolosamente il loro habitat naturale in terrari adatti su misura, prestando particolare attenzione alla temperatura e all’umidità. Pertanto, in estate non metteteli vicino al condizionatore d’aria, poiché può abbassare la temperatura del terrario.

Per quanto riguarda l’alimentazione teniamo presente che alcuni rettili, come le iguane, sono erbivori mentre altri, come i gechi, sono insettivori; in quest’ultimo caso, si consiglia di organizzarsi in modo da fornire facilmente e regolarmente cibi vivi. Anche per i rettili consigliamo di portarli una volta all’anno dal veterinario specializzato in animali esotici in modo da poter verificare che non abbiano parassiti intestinali.

Secondo i veterinari, prendersi cura di uccelli come piccioncini, cacatua, parrocchetti è semplice, ma a seconda del tipo di uccello, varia l’alimentazione. Tuttavia, i mangimi formulati possono essere trovati in negozi specializzati per soddisfare tutte le esigenze dell’animale. Garantitevi, inoltre, che l’abbeveratoio sia sempre pieno d’acqua e, sebbene la maggior parte degli uccelli non debba essere vaccinata, tranne quelli che vivono in comunità come piccioni o canarini, raccomandiamo periodicamente di portarli dal veterinario, almeno una volta all’anno.

Inoltre, consigliamo che, data la facilità di fuga di questi animali se si trovano fuori dalla gabbia e se le finestre della casa sono aperte, si consiglia vivamente di identificarli con un microchip per recuperarli in caso di perdita.

Pubblicato da Riccardo

Sono un appassionato di animali, soprattutto di cani e di gatti. Sono un dogsitter e un catsitter.

Lascia un commento