Pastore tedesco: carattere, salute, alimentazione e storia

Il pastore tedesco è un cane robusto, atletico e longevo. Ha un corpo molto armonioso e costruito per lo sforzo fisico. Instancabile, è docile, vigile e molto attaccato al suo proprietario.

Storia

L’allevamento metodico iniziò nel 1889. Questa razza fu creata dal capitano Max Frederic Emile Von Stephanitz. L’obiettivo era quello di creare un cane utile, molto intelligente e fisicamente forte per la cura della mandria.

Fu solo alla fine del XIX secolo e alla rivoluzione industriale in Germania che furono allevati i primi pastori tedeschi. Durante la prima guerra mondiale, accompagnò l’esercito tedesco e in particolare intendeva salvare i soldati feriti.

Quando le greggi sono scomparse, l’evoluzione della razza ha spinto l’uomo ad usare le facoltà del pastore tedesco per fare un cane poliziotto e un cane guida.

Carattere

Molto felice e giocoso, ha una grande intelligenza. Rimane fedele e attaccato al suo padrone. Paziente e coraggioso, è anche un cane protettivo con i bambini. Di temperamento piuttosto flessibile, è tuttavia meno vivace e piuttosto prepotente. Affettuoso e naturalmente pacifico, deve essere attivo ogni giorno. È devoto al suo proprietario. Questo è un animale molto sensibile, che apprezza le congratulazioni dopo una buona azione.

Il pastore tedesco è un cane molto sportivo e gran giocatore. Incarna la versatilità alla perfezione. Cane da lavoro per eccellenza, può essere educato come cane poliziotto, branco, inseguitore e cane guida. Come cane da compagnia, la sua natura sospettosa nei confronti degli estranei e il suo passato da cane pastore lo rende una buona guardia poiché difende naturalmente il suo territorio.

Per l’educazione, è molto docile e molto intelligente, anche se riconosce un solo maestro. È importante farlo socializzare e farlo abituare ad estranei o luoghi pubblici, perché è importante fargli tener conto della sua sfiducia verso l’ignoto. Inoltre, questa razza a volte può soffrire dell’ansia della separazione e quindi dovrai spesso fare la maggior parte dei tuoi viaggi in sua compagnia.

Salute

Di natura robusta, il pastore tedesco, come tutti i cani di taglia media e grande, è geneticamente soggetto a displasia dell’anca o del gomito, ipotiroidismo e malattia di von Willebrand. Lo screening e la selezione di animali durante l’allevamento hanno ridotto notevolmente il rischio. A parte questo, la sua aspettativa di vita è buona (12 anni).

Alimentazione

In generale, si consiglia di servirgli l’equivalente di 3-4 tazze di crocchette al giorno e la qualità premium dei brand industriali. Si consiglia di seguire le istruzioni sulla confezione. Naturalmente, si raccomanda di adattare le razioni in base all’età, al metabolismo e all’attività fisica del cane.

Per un cucciolo di pastore tedesco, la crescita è molto forte tra l’età e i 4 e 7 mesi, quindi ha bisogno di una dieta ipocalorica a basso contenuto calorico che misura i livelli di proteine e grassi per impedire una crescita troppo rapida.

Un pastore tedesco dovrà assumere almeno 3000 calorie al giorno. Questa cifra può raddoppiare se è attiva tutto il giorno, specialmente se è un cane poliziotto.

Pubblicato da Riccardo Manfredi

Laureato in Medicina Veterinaria, sono un appassionato di animali, soprattutto di cani e di gatti.

Lascia un commento